F31 – LARGE ANALOG INSTANT PHOTOGRAPHY

Il progetto F31 nasce dall’unione del lavoro di ritrattista di Roberto Prosdocimo e dalla sapiente alchimia fotografica di Federico Lanzani con l’obiettivo di riportare la fotografia, in  un momento in cui ha perso ogni concetto di verità ed è diventata “usa e getta”, ad un valore di realtà, unicità e irripetibilità.

Il “supporto”, ovvero la carta fotografica in cui è impressionata l’immagine, acquisisce un valore inestimabile, da rivalutare, quale contenitore di un attimo reale da conservare nel tempo.

Per far questo F31 ha perfezionato un processo chimico di inversione della carta fotografica da negativa in positiva, sia a colori che bianco nero, che ha richiesto più di 2 anni di studi e di preparazione.

Il risultato è un’alchimia che permette di ottenere, una fotografia simile a una polaroid che può raggiungere la dimensione di  28 x 35,6 cm attraverso l‘uso di una macchina fotografica incredibilmente grande, costruita interamente a mano e ad hoc per il progetto dagli stessi Prosdocimo e Lanzani.

Cosi come fecero più di 80 anni fa i padri fondatori della “Straight photography” che con il Gruppo f64 decisero di raccontare l’America di quegli anni attraverso la “fotografia diretta” – in opposizione alla corrente del pittorialismo e in generale a ogni forma di manipolazione dell’immagine estranea – così oggi F31 vuole raccontare il nostro contemporaneo e i suoi protagonisti attraverso lo stesso concetto di “vera fotografia senza manipolazione”.

Con scatti fotografici unici, irripetibili e in alcun modo duplicabili.